Presentazione

  • Presentazione

    La Biblioteca del Museo delle Arti Sanitarie è stata istituita con Verbale del 19 marzo 2012 dall’Associazione Culturale Il Faro di Ippocrate. Lo scopo è quello di documentare la storia della medicina e delle tecniche chirurgiche, con particolare riferimento alla storia del Regno di Napoli e del Mezzogiorno d’Italia. La sede è all’interno dell’Ospedale di S. Maria del Popolo degli Incurabili, adiacente alla Farmacia e al Museo ed è aperta a tutti i cittadini italiani e stranieri.

     

    Le collezioni bibliografiche sono costituite da ca 6.000 volumi (monografie e periodici), specializzati in storia della medicina, monografie su medici, chirurghi e scienziati. Nucleo principale è la donazione di Gennaro Rispoli, primario di chirurgia presso l’Ospedale Ascalesi di Napoli, nonché presidente dell’Associazione. Le collezioni sono in continuo incremento, grazie alle donazioni di medici e scienziati napoletani.

     

    La biblioteca è organizzata per argomenti, con un’ampia sezione dedicata alla storia della medicina e monografie riguardanti la figura e le opere di illustri medici napoletani come Domenico Cirillo, Domenico Cotugno e Giuseppe Moscati. Le tipologie principali sono i volumi monografici, quelli periodici e le raccolte documentarie, che vengono trattate con regole catalografiche e standard diversi. La catalogazione informatizzata è in corso e ha previsto l’adesione al Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), curato dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. Gli standard catalografici usati sono ISBD, RICA, REICAT e Soggettario di Firenze

     

    Il catalogo informatizzato è raggiungibile 24/24 ore dall’OPAC dell’Indice del Servizio Bibliotecario Nazionale e dall’OPAC del Polo SBN Napoli presso la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III.
    Non si effettua prestito locale e interbibliotecario, ma solo per mostre. Agli utenti viene garantita assistenza per le ricerche e la consultazione.